Tipologie di pannolini lavabili

In commercio si trovano pannolini lavabili molto diversi tra loro e tale varietà li puo far sembrare piu complessi di quello che sono realmente. Se siete nuovi all’idea di utilizzare i pannolini lavabili, in questa sezione troverete le informazioni neccessarie per comprendere come sono fatti e i loro vantaggi e svantaggi.

1. Le parti che formano un pannolino lavabile

Un pannolino lavabile è composto da un massimo di 4 parti (non sono tutte necessarie). Partendo dall’esterno, si hanno:

La parte impermeabile: la mutandina copripannolino
La parte esterna impermeabile, ossia la mutandina copripannolino, è semplicemente la barriera tra il pannolino e i vestiti, che assicura che il bagnato stia all’interno del pannolino. Alcuni pannolini (i sagomati e i pieghevoli) richiedono una mutandina separata, mentre altri pannolini hanno questo strato impermeabile già cucito all’esterno.
Le mutandine copripannolino possono:

  • essere fatte di PUL (poliuretano laminato), lana o pile
  • avere la chiusura con velcro, bottoncini o essere semplicemente delle mutandine che si infilano
  • essere a taglie (solitamente tre principali) o a taglia unica che va bene dalla nascita al vasino

Generalmente si possono combinare mutandine e pannolini di marca diversa.

La parte assorbente: il pannolino
Il pannolino ha la funzione di assorbire la pipì e trattenere le feci. Puo essere fatto di cotone, bambù, canapa, microfibra o di tessuti misti.
Vai alla sezione tipologie di pannolini qui sotto conoscere i diversi tipi di pannolini.

Il booster ed inserto assorbente
Gli inserti sono formati da diversi strati rettangolari di tessuto naturale o sintetico cuciti assieme e costituiscono la parte assorbente principale dei pannolini pockets. Esistono degli inserti sagomati creati per determinate marche di pannolini pockets, ma esistono anche inserti universali. Un prefold piegato ed inserito in un pannolino pocket puo' essere considerato un inserto. Il booster è un'"aggiunta" e viene usato per aumentare l'assorbenza iniziale dei pannolini pockets, AIOs, fitted e pieghevoli. La differenza tra booster e inserto è che quest'ultimo tende ad essere più voluminoso e più assorbente. Usare un inserto per aumentare l'assorbenza di un AIO, ad esempio, renderebbe il pannolino troppo ingombrante. Usare un solo booster come inserto in un pocket non sarebbe sufficientemente assorbente.

Il velo raccoglifeci
A contatto con il sedere del bambino, sopra il il pannolino o al booster, si può mettere il velo raccoglifeci. La funzione del velo è quella di facilitare la separazione delle feci dal pannolino, mentre la pipì scende direttamente nel pannolino sottostante dove viene assorbita. Il velo può essere biodegradabile (fatto di cellulosa) oppure lavabile (di pile). I veli non sono essenziali, ma pratici.

2. Le tipologie di pannolini lavabili: AIO, AI2, pocket e “due pezzi”

AIO - TUTTO IN UNOAIO

Il pannolino lavabile tutto-in-uno, detto AIO dall’abbreviazione della parola inglese All-in-One, è formato da uno strato esterno di tessuto impermeabile cucito ad uno interno assorbente di cotone, bambù o microfibra. Tra tutte le tipologie di pannolini lavabili, gli AIOs sono i più pratici e veloci da indossare, sono ideali per l’asilo, le nonne e i papà.Non necessitano della mutandina impermeabile.

Vantaggi:

  • Sono molto pratici perchè si indossano come un usa e getta
  • Hanno una buona vestibilità
  • Sono economici nella taglia unica

Svantaggi:

  • Alcuni modelli in cotone impiegano molto ad asciugare
  • Alcuni modelli nella taglia unica sono voluminosi su di un neonato sotto i 4.5kg. Quando il neonato ha ancora le gambine magre il pannolino potrebbe non aderire bene al girocoscia causando delle perdite
  • Solitamente durano per un solo figlio se usati constantemente dalla nascita al vasino.
  • Non sono adatti per la notte se il bambino tende a fare tanta pipì perchè l’assorbenza non è facilmente regolabile

AIO in vendita su ecoalma:
bumGenius Freetime: un bestseller! 100% in tessuto sintetico, assorbe bene, asciuga in tempi discreti e non ingombrante. Solo con bottoncini. Per bambini con una costituzione fisica nella media.
Blueberry Simplex: la parte assorbente è in cotone ma estraendo dalla tasca e risvoltando il suo insertone si può scegliere se mettere a contatto con la pelle cotone o micropile. Disponibile nella taglia unica con velcro e bottoncini e nella taglia newborn solo con bottoncini. Ideale per bambini con costituzione fisica nella media e grande.
Tots Bots Easyfit V4: per chi non vuole tessuti sintetici a contatto con la pelle ma non vuole nemmeno un pannolino troppo lungo ad asciugare, questo pannolino è un buon compromesso. La parte a contatto con la pelle è in viscosa di bamboo, mentre quella sottostante in minky, per accorciare i tempi di asciugatura. Adatto a bambini con una costituzione fisica nella media. Solo con velcro.

AI2 - TUTTO IN DUE

AI2

Il pannolino Tutto-in-Due (detto All-In-Two o AI2), è una via di mezzo tra un pannolino AIO e il sistema a “due pezzi”, e non devo essere confuso con quest’ultimo. L’AI2 è simile ad un AIO perche la parte assorbente e quella impermeabile (di PUL) sono in qualche modo unite tra di loro formando un pezzo unico che si indossa come un usa e getta. La parte assorbente dell’AI2, che ha la forma di un inserto (di cotone, bambù o microfibra), non è però cucita alla parte impermeabile come nell’AIO, ma è abbottonata o semplicemente posizionata all’interno. Questo sistema permette quindi di staccare o rimuovere l’inserto bagnato dalla mutandina e di “abbottonarne” o riposizionarne uno di asciutto. La mutandina, come nel sistema a “due pezzi”, può essere quindi riutilizzata più volte. Questo vale solo con mutandine che hanno la laminatura interna (es. Mother-ease Wizard DUO), mentre altre marche (es. Grovia Shell, Pop-in) sono ricoperte internamente di tessuto sintetico che potrebbe impregnarsi di pipì dopo il primo utilizzo.

Vantaggi:

  • Sono molto pratici perchè si indossano come un usa e getta
  • Hanno una buona vestibilità
  • Duraturi (la mutandina non deve essere lavata ad ogni cambio) e quindi ideali se si ha intenzione di avere più figli
  • Economici perchè basta una mutandina per ogni 3-5 inserti
  • Asciugano piu velocemente degli AIOs perchè la parte assorbente si stacca da quella impermeabile

Svantaggi:

  • Nei sistemi AI2 in cui l'inserto non viene abbottonato al guscio ma solo adagiato sopra, è molto probabile che la cover si macchi quando le feci sono liquide ed esplosive, nel pre-svezzamento ad esempio. Il tutto però viene contenuto dalla mutandina, che deve essere di buona qualità e aderire bene al giro coscia per evitare che ci siano fuoriuscite. In questi casi, serviranno più cambi e quindi più mutandine.

AI2 in vendita su ecoalma:
Mother-ease Wizard Duo: disponibile solo nella versione Stay Dry Night, questo pannolino è composto dal suo inserto e dalla sua cover. Questo è un ottimo pannolino per la notte, in quanto l'inserto è super-assorbente, lascia veramente la sensazione d'asciutto sulla pelle, ed ha una buona asciugatura. Per bambini con costituzione fisica nella media, solo con bottoncini.
Blueberry Capri: questo sistema è costituito da una mutandina Capri (a taglia unica e neonato) e dal suo inserto in cotone One Size o Newborn con lato in micropile per chi volesse la sensazione di asciutto sulla pelle. L'inserto non si abbottona al guscio ma si posizione sotto i ferma inserti. Con le mutandine Capri si possono usare qualsiasi tipi di inserti, prefold, muslin, il che lo rende un sistema molto economico e sottile. Solo con chiusura con bottoncini. La versione One Size/taglia unica ha un taglio molto generoso, e parte dagli 8kg. È consigliata a bimbi di costituzione fisica nella media e grande.

POCKET - A TASCA

POCKET

Il pannolino a tasca, detto pocket, è formato da una parte esterna di materiale impermeabile cucita ad una interna di pile con un’apertura nella parte posteriore e/o anteriore del pannolino che forma una tasca, all’interno della quale si inseriscono degli inserti assorbenti. Questo sistema permette quindi di aumentare o diminuire l’assorbenza del pannolino in base alle necessità. Pratici e veloci da indossare, sono ideali per l’asilo, le nonne e i papà. Non necessitano della mutandina.

Vantaggi:

  • Facili da indossare una volta assemblati perchè si indossano come gli usa e getta
  • Asciugano molto velocemente
  • Sono molto economici
  • Mantengono la pelle più asciutta grazie allo strato interno di pile che drena il bagnato verso il pannolino
  • Offrono una buona vestibilità

Svantaggi:

  • Devono essere assemblati dopo il lavaggio
  • Nella taglia unica sono voluminosi sui neonati sotto i 4.5kg. Quando il neonato ha ancora le gambine magre il pannolino potrebbe non aderire bene al girocoscia causando delle perdite
  • Solitamente durano per un solo figlio se usati constantemente dalla nascita al vasino

Pannolini Pocket in vendita su ecoalma:
bumGenius V4: un altro best-seller della bumgenius! Chiusura solo con bottoncini, due inserti in microfibra in dotazione e suede (100% poliestere) a contatto con la pelle. Ha una buona vestibilità. Adatto a bambini con una costituzione fisica nella media.
Blueberry Deluxe: nella versione velcro, bottoncini e newborn. La taglia unica ha un taglio generoso e quindi adatti anche ai bimbi più grandi. Hanno due inserti in microfibra con più strati e quindi più assorbenti dei bumGenius V4. Se usato con entrambi il pannolino diventa voluminoso ma è possibile modificare l'assorbenza e quindi la voluminosità sostituendo gli inserti originali con altri in viscosa di bamboo o canapa. La tasca è molto capiente anche per le farciture notturne ma per alcuni bambini (che bagnano mediamente) i loro due inserti sono sufficienti per la notte.

IL SISTEMA A “2 PEZZI”

DUE PEZZI

Il sistema a due pezzi è costituito da due parti, il pannolino e la mutandina impermeabile, e non è da confondere con i pannolini AI2 (All-in-Two). In questo sistema si fa indossare per prima la parte di tessuto assorbente (di cotone, bambù, canapa, microfibra o misto) e successivamente la mutandina impermeabile. Al momento del cambio, si mette a lavare la parte in tessuto mentre la mutandina, se non è sporca di feci o eccessivamente bagnata, puo essere riutilizzata per altri 3-4 cambi. Fanno parte di questa categoria i pannolini lavabili pieghevoli e i pannolini lavabili sagomati (fitted)

Vantaggi:

  • È il sistema piu affidabile in termini di contenimento perchè offre due barriere contro possibili fuoriuscite di pipì e feci
  • I pannolini pieghevoli asciugano molto velocemente, fasciano molto bene il bambino, che sia magro o cicciottello e possono essere destinati ad altri usi in un secondo tempo
  • I pannolini sagomati (fitted) sono ideali per la notte
  • È sempre utile aver un paio di pannolini pieghevoli di scorta da utilizzare quando non si riesce a dare il giro ai pannolini sagomati o quando si è in vacanza e si ha bisogno di un pannolino che asciughi in fretta
  • Durante i mesi caldi si può lasciare il bambino con solo il pannolino (sagomato o pieghevole) senza mutandina per una migliore traspirazione

Svantaggi:

  • I pannolini pieghevoli richiedono un po di pratica per la piega e un po di più tempo per indossarli
  • I pannolini sagomati (fitted) di bambù impiegano molto tempo ad asciugare

Pannolini pieghevoli
Economici e velocissimi ad asciugare, i pannolini pieghevoli sono ideali come primi pannolini e possono essere utilizzati successivamente in tanti altri modi. Necessitano di una mutandina impermeabile e di un gancetto Nappi Nippa per fissare la piega. Fanno parte di questa categoria i Muslins, i Prefolds e i Terry Squares.
Il Muslin Disana (in cotone biologico) è un telo di garza di cotone ed è un ottimo pannolino per fasciare il neonato nelle prime settimane perchè ha una buona assorbenza, un’ottima vestibilità sui bambini piccoli, e soprattutto perchè è incredibilmente veloce ad asciugare. Il Muslin può essere utilizzato come pannolino anche sui bimbi più grandi aggiungendoci assorbenza con booster in canapa o viscosa di bamboo. Altrimenti, può essere usato come: inserto nei pannolini pocket e nei ciripà, come bavaglino, panno per i regurgiti, coprifasciatoio, foderina, asiugamano, ‘cuscino’ da mettere sotto la testina del bambino, copertina ... E alla fine potrà essere usato come panno per pulire!
Il Terry Square, usato da diverse generazioni in Gran Bretagna, è semplicemente un telo quadrato di spugna di cotone o bambu, mentre il Prefold (in cotone non sbiancato, in cotone bio e viscosa di bamboo, e in cotone bio), il pannolino più usato negli USA da cui ha origine, è un rettangolo fatto di diversi strati di cotone cuciti assieme con la parte centrale più spessa ed assorbente.
Il terry square asciuga più velocemente del prefold, e la taglia 60cm può essere usata dalla nascita al vasino mentre il prefold è solamente a taglie. Le pieghe del prefold sono più semplici di quelle del terry square. Entrambi possono essere usati, nella taglia piccola, come inserti per pocket, nel sistema AI2 e all'interno dei Ciripà.
Il Ciripà, il pannolino di una volta per intenderci, non è proprio un pieghevole e nemmeno un fitted, ma fa parte del sistema a due pezzi. Il Ciripà va sempre farcito con un inserto piccolo, se è destinato ad un neonato, o un inserto grande tipo muslin o prefold per bimbi più grandi.

I pannolini lavabili sagomati (fitted)
Hanno la forma di un pannolino usa e getta e possono essere di diversi tessuti (cotone, bambù, canapa o microfibra) e con diverse chiusure (bottoncini, velcro, Nappi Nippa). Sono ideali per coloro che preferiscono il sistema a “due pezzi” ma non se la sentono di utilizzare i pieghevoli. Sono più cari ed asciugano più lentamente, ma offrono una maggiore assorbenza e un miglior contenimento grazie agli elastici nel girocoscia.

Pannolini pieghevoli in vendita su ecoalma:
Prefold in cotone biologico Blueberry, taglia small per i neonati e taglia large. In confezioni da 6 pezzi 
Muslin in cotone biologico Disana, nella confezione da 3 pezzi e da 10. Sono ideali per i neonati
Ciripà in cotone biologico Disana, nella confezione da 3 pezzi e da 10. Sono a taglia unica, possono essere usati sui neonati ma sono voluminosi.

Fitted in vendita su ecoalma:
Tots Bots Bamboozle Stretch: fitted da giorno con inserto in dotazione, in viscosa di bamboo e con chiusura con bottoncini. Molto assorbente ma lento ad asciugare. Può essere usato di notte con un booster aggiuntivo e volendo un velo in micropile per mantenere asciutta la pelle. La taglia 2/unica veste bene i bambini con una costituzione fisica nella media. Disponibili nella taglia 1, per neonati, nella taglia 2, dai 4kg e nella taglia 3, dai 15kg.
Mother-ease One Size: fitted da giorno venduto senza inserto, da giorno, ma se farcito nel modo giusto diventa un ottimo pannolino da notte. Veste bene i bambini con una costituzione nella media. Disponibile in cotone biologico, cotone convenzionale, bamboo e stay-dry (a contatto con la pelle).



3. Taglie

Taglia unica dalla nascita al vasino
I pannolini a taglia unica sono dei pannolini che possono essere usati dalla nascita fino a quando il bambino userà il vasino grazie a dei bottoncini posti nella parte frontale che regolano la taglia del pannolino in base a quella del bambino.
Sono molto economici perchè non si devono comprare altri pannolini quando il bambino cresce. Sono inoltre un’ottima scelta quando avete più bambini che usano contemporaneamente i pannolini, dato che lo stesso pannolino può essere usato su entrambi e per praticità non dovete tenere due pile diverse di pannolini.
Lo svantaggio è che sono voluminosi sui neonati e alcune marche non potrebbero andare più bene al bambino più grandicello che ritarda il passaggio al vasino.

Taglie diverse
I pannolini lavabili a taglie sono quelli che offrono la migliore vestibilità. Sono anche un buon investimento se si ha l’intenzione di avere più di un figlio perchè subiranno meno usura e perciò dureranno per più figli.

4. Tipi di chiusura

Bottoncini
Un pannolino che si fissa con dei bottoncini solitamente dura più a lungo di uno con il velcro. Quindi, se state cercando un pannolino a taglia unica da usare dalla nascita al vasino e da usare su più di un figlio, la chiusura con bottoncini è quella da considerare perchè il pannolino sarà utilizzato intensamente.
Alcuni pannolini con bottoncini possono essere usati come mutandine allenatrici (chiamate anche pull-ups) per l’allenamento al vasino quando il bambino è più grande.

Nappi Nippa
Il Nappi Nippa, detto anche Snappi, è la moderna alternativa alla spilla da balia. È un gancetto di plastica morbida ed elastica a forma di T, con degli ‘artigli’ alle estremità che ‘si aggrappano’ al tessuto del pannolino. All’inizio serve un pò di pratica ma il Nappi Nippa permette di regolare bene la chiusura e l’aderenza del pannolino attorno alla vita. Purtroppo però non è facile e veloce da usare come il velcro e i bottoncini.
Il Nappi Nippa si utilizza sui pannolini pieghevoli e su alcuni pannolini sagomati (fitted).

Velcro
Il velcro è l’ideale se avete dei bambini che si muovono tanto durante il cambio perchè permette di chiudere il pannolino più facilmente e velocemente rispetto ai bottoncini. Il velcro permette inoltre di regolare bene la chiusura del pannolino ed è ottimo per i neonati o per chi, come nonne, papà e baby sitter, sono poco pratici.
Purtroppo i bambini dopo i 7 mesi cominciano ad essere attirati dal rumore del velcro e tendono ad aprirlo, ma questo problema si risolve coprendo il pannolino o la mutandina con i vestiti.
Le chiusure con velcro di alcuni pannolini potrebbero strofinare la pelle del bambino attorno alla pancia quando seduto. Sarebbero quindi da evitare se il bambino ha la pelle molto sensibile ed optare invece per la chiusura con bottoncini.
Si consiglia la mutandina con chiusura con velcro se utilizzate pannolini pieghevoli.
ll velcro richiede più cura e bisogna ricordarsi di chiudere le retropatelle prima di mettere il pannolino a lavare per evitare che il velcro si attacchi ad altri capi rovinandosi.

5. Tessuti di origine vegetale

Bambù
La viscosa di bambù si ottiene dalla lavorazione della pianta di bambù. Questo tipo di tessuto è molto assorbente (il 60% in più del cotone) ma altrettanto lento ad asciugare. È traspirante e termoregolatore (ideale in estate), resistente e molto morbido anche dopo tanti lavaggi.
La sua coltivazione è la più sostenibile al mondo
perchè la pianta di bambù cresce molto rapidamente, non richiede alcun intervento parassitario o di concimazione e non necessita irrigazioni. È anche una pianta che si rigenera e migliora la qualità del suolo in zone degradate ed erose.
La pianta di bambù deve subire delle lavorazioni di tipo meccanico o chimico per diventare una fibra. Questi tipi di lavorazione hanno impatti ambientali diversi:

La lavorazione di tipo meccanico, da cui si ottiene il ‘lino’ di bambù, è la migliore dal punto di vista ambientale. Purtroppo, essendo questo un procedimento laborioso e costoso, il lino di bambù è poco commercializzato.
La lavorazione di tipo chimico è invece quella più diffusa ed esistono due procedimenti diversi: uno utilizza l’ossido di ammina da cui si ottiene la fibra di lyocell, conosciuta anche sotto il nome TENCEL®; l’altro utilizza invece un solvente, l’idrossido di sodio, conosciuto anche come soda caustica, da cui si ottiene la viscosa di bambù, solitamente utilizzata nei pannolini lavabili.
Il procedimento per ottenere il lyocell di bambù è migliore dal punto di vista ambientale e della salute dei lavoratori: i composti chimici utilizzati non sono tossici per l’uomo e vengono riciclati al 99.5% per essere riutilizzati in produzioni successive.
La viscosa di bambù deriva invece da una lavorazione intensa di tipo chimico che utilizza solventi, nocivi alla salute in grosse quantità, come la soda caustica (usata comunque per fare saponi e nella trasformazione di prodotti alimentari) . Questo solvente non rimane come residuo nel tessuto finale, ma tale procedimento può avere un impatto ambientale e sulla salute dei lavoratori se la soda caustica non viene usata e smaltita appropriatamente durante la lavorazione. Purtroppo ciò può succedere in alcune stabilimenti in paesi in via di sviluppo che non sempre implementano le normative di sicurezza e ambientali.
Nel dubbio, potete optare per le certificazioni Oeko-Tex, Soil Association, Demeter, SKAL, eccetera. La certificazione standard Oeko-Tex 100 garantisce che i tessuti non hanno sostanze dannose per la salute dell’uomo ma non certifica che il processo di produzione del tessuto sia avvenuto in modo ecologico e sostenibile. Per ulteriori informazioni sulla lavorazione di bambù potete leggere questo articolo (in inglese).

Canapa
La fibra della canapa è migliore di quella del cotone in quanto è molto più robusta e duratura, ed è, come il bambù, molto assorbente ma lenta ad asciugare. Il tessuto di canapa tende ad indurirsi nelle zone di acqua dura ma dopo un uso prolungato le fibre si ammorbidiscono. La sua coltivazione richiede pochi pesticidi e fertilizzanti.

Cotone convenzionale
È un tessuto fresco, assorbente, morbido e traspirante. Purtroppo la coltivazione intensiva del cotone convenzionale è una delle più dannose per l’ambiente perchè fa ampio uso di pesticidi, fertilizzanti e defolianti, esponendo anche gli agricoltori ad agenti tossici con effetti nocivi per la loro salute. Il cotone convenzionale può derivare anche da piante geneticamente modificate.

Cotone biologico
Il cotone biologico è un tessuto molto più sostenibile del cotone tradizionale perchè viene coltivato senza l’utilizzo di pesticidi e agenti chimici. Grazie a ciò, i tessuti che ne derivano sono più forti, morbidi e durevoli di quelli di cotone convenzionale e sono particolarmente adatti a chi ha pelli sensibili perchè privi di sostanze chimiche irritanti.

6. Tessuti di origine animale

Lana
La lana è un tessuto naturale e molto traspirante ed è normalmente utilizzato nelle mutandine copripannolino per la notte. Come il pile, la lana non è impermeabile ma lascia circolare l’aria permettendo al bagnato di evaporare. Dopo ogni utilizzo bisogna far prendere aria alla mutandina che può essere usata fino a due settimane senza essere lavata (a meno che non venga sporcata di feci). La lana necessita periodicamente di un trattamento di lanolina ed impiega abbastanza tempo ad asciugare. La lana è un tessuto naturalmente antibatterico ed è particolarmente indicata ai bambini con pelli sensibili. È un materiale ecologico poichè è rinnovabile e biodegradabile.

7. Tessuti sintetici

Microfibra
La microfibra è un tessuto sintetico fatto di poliestere. È leggero e poco voluminoso, assorbente (meno del bambù e del cotone) ed ha proprietà antibatteriche. È uno dei tessuti che si asciugano più velocemente e rimane morbido lavaggio dopo lavaggio. Essendo sintetico, non è traspirante come altri tessuti naturali.

Minky
È un tessuto sintetico di poliestere molto soffice e peloso come un peluche. Alcune mutandine impermeabili hanno la parte esterna in minky e la parte interna in PUL.

Pile
Il pile è un tessuto sintetico di poliestere utilizzato solitamente come velo copripannolino (per raccogliere le feci e/o drenare il bagnato) o come mutandina copripannolino. È molto traspirante e non è assorbente.
Il pile, utilizzato come velo copripannolino a contatto con la pelle del bambino, ha la funzione di drenare il bagnato verso il pannolino, lasciando così la pelle asciutta. È un tessuto molto morbido, sottile e resistente alle macchie. Le feci si staccano facilmente dal pile (si srotolano nel water) permettendo, a chi vuole risparmiare, di non usare i veli biodegradabili.
Le mutandine di pile non sono completamente impermeabili e andrebbero utilizzate durante la notte perchè sono traspiranti e permettono l’evaporazione di una parte del bagnato del pannolino. Con una mutandina di pile il pannolino sarà quindi leggermente meno bagnato al mattino rispetto ad una di PUL.

PUL
Il poliuretano laminato (PUL) deriva dalla tessitura a maglia del poliestere che viene poi laminato in un sottile strato di poliuretano. È un tessuto impermeabile, traspirante e asciuga molto velocemente e viene utilizzato nelle mutandine copripannolino.

8. Tessuto sbiancato e non sbiancato

I pannolini lavabili di cotone o bambù sbiancato sono di colore bianco perchè i filati vengono sbiancati prima di essere tessuti. Il cotone non sbiancato invece è color avorio o marroncino.
Il processo di sbiancamento fa diventare bianche le fibre di cotone e rimuove gli olii naturali del cotone dalle fibre. In questo modo le fibre perdono la loro robustezza e il risultante tessuto è leggermente meno duraturo. Il processo di sbiancamento può anche rilasciare sostanze inquinanti nell’aria e nell’acqua. Recenti miglioramenti nella tecnologia di sbiancamento hanno ridotto ma non eliminato questo impatto ambientale.
I pannolini lavabili non sbiancati ritengono nelle fibre molti degli olii naturali del cotone e sono perciò più morbidi e più durevoli dei pannolini sbiancati. I pannolini lavabili non sbiancati devono essere lavati almeno 2-3 volte quando nuovi perchè diventino assorbenti. Si raccomanda di lavarli in acqua molto calda (60 gradi) con poco detergente e di asciugarli completamente ripetendo questa operazione fino a quando il pannolino diventa assorbente.

9. Accessori utili

Dalla sacca lavatrice per i pannolini sporchi ai veli raccogli feci, questi accessori possono tornare molto utili quando si utilizzano i pannolini lavabili.

Bidone con coperchio per pannolini sporchi
Se volete usare un bidone con coperchio per i pannolini sporchi, ricordatevi di prenderlo da almeno 16 litri (20 litri sarebbe ideale) se intendete lavarli ogni due giorni (12-15 pannolini).

Sacca lavatrice e borsa pannolini
La sacca lavatrice (detta ‘mesh bag’ in inglese) facilita e velocizza il trasferimento dei pannolini sporchi dal bidone alla lavatrice. È una sacca retinata con chiusura con coulisse che, una volta riempita, si toglie dal bidone e si mette in lavatrice con la coulisse aperta in modo che i pannolini, durante il lavaggio, escano da soli.
La borsa impermeabile per pannolini sporchi (wet bag) è solitamente fatta di PUL e si può chiudere con una cerniera o con coulisse. Può essere appesa dietro una porta o posizionata all’interno di un bidone (quella con chiusura con coulisse). Quando arriva il giorno del lavaggio, i pannolini si svuotano dalla borsa all’interno del cestello della lavatrice senza doverli toccare.
Esistono diverse misure di borse in base all’utilizzo che se ne vuole fare: una borsa piccola è ideale per riporre i pannolini sporchi quando si esce o per l’asilo e può contenere 3-4 pannolini, una borsa più grande che ne contiene anche 10-12 può essere utilizzata a casa o in vacanza. Quest’ultima, quando è piena, potrebbe diventare troppo pesante per essere appesa.

Traversa impermeabile per letto e culla
La traversa impermeabile lavabile è fatta di due strati di 100% cotone biologico con uno strato di laminato compresso tra i due che lo rende impermeabile. Si lava a 60 gradi in lavatrice.
Sono vendute in due misure:

  • 50cmx70cm, ideale per il fasciatoio (a casa e fuori), per la carozzina, il lettino e durante l’allenamento al vasino;
  • 70cmx90cm, ideale per le mamme in attesa che temono che le acque si possano rompere a letto, o per proteggere il materasso quando si allatta a letto o nelle prime settimane quando ci sono perdite di latte dal seno durante la notte. Anche questa misura si puo utilizzare nel letto o lettino del bambino durante l’allenamento al vasino.

Salviette lavabili
Le salviette lavabili, oltre ad essere ecologiche, evitano che la pelle delicata del vostro bambino vada a contatto con una serie di sostanze chimiche solitamente presenti nelle salviette usa e getta (leggete gli ingredienti) e possono far risparmiare un sacco di soldi.
Se già usate i pannolini lavabili non sarà difficile passare alle salviette lavabili. Basta riporle nel bidoncino o nella sacca dei pannolini sporchi e lavarli assieme in lavatrice.
Dopo il lavaggio in lavatrice, le salviette possono essere riposte, ancora umide, in un contenitore tipo tupper-ware, dove potete aggiungere una soluzione fatta in casa (di acqua, oli vegetali, camomilla, ecc) oppure usare solo acqua pura. Le salviette lavabili sono molto versatili e si possono utilizzare per pulire le manine o il viso del bambino. In questo caso si consiglia di lavarle insieme al resto della biancheria e non con i pannolini.

Veli raccogli feci biodegradabili
I veli raccogli feci biodegradabili servono a separare le feci dal pannolino e si possono gettare nel wc, tranne nel caso in cui abbiate una fossa biologica come sistema fognario. In base al tipo di veli, è possibile lavarli in lavatrice se sono solo sporchi di pipì per poi riutilizzarli.
Anche se avete intenzione di utilizzare i veli di pile, è sempre bene avere un rotolo di veli biodegradabili di scorta perchè possono tornare utili in alcune occasioni, quando ad esempio è qualcun altro a cambiare il vostro bambino.
In commercio si trovano dei veli biodegradabili di cellulosa molto spessi ed assorbenti adatti alle feci liquide dei neonati che resistono ad un paio di lavaggi in lavatrice, e veli più sottili da usare dopo lo svezzamento che però non possono essere lavati in lavatrice.

Veli raccogli feci di pile
I veli di pile sono un’alternativa economica ed ecologica ai veli raccoglifeci biodegradabili ed offrono molti altri vantaggi. Tra questi, mantengono asciutta la pelle del bambino perchè drenano il bagnato verso gli strati sottostanti (ottimo quindi per la notte) ed evitano che il pannolino si macchi.