Come scegliere i pannolini lavabili

I pannolini lavabili non sono tutti uguali e ogni tipologia soddisfa determinate esigenze e situazioni che variano considerevolmente da genitore a genitore e da bimbo a bimbo. Lo scopo di questa sezione è perciò quello di guidare mamme e papà alla scelta dei pannolini più adeguati alle proprie priorità e necessità e a quelle del bambino.
Se necessario, potete contattarmi per una consulenza personale gratuita e senza obbligo di acquisto.

1. Premessa

Come scegliere i pannolini lavabili?

Sicuramente non si acquistano set da 20 pannolini a occhi chiusi solo perchè sono in offerta, o perchè la vostra amica si è trovata bene con quel determinato modello di pannolino o solo perchè vi piacciono le fantasie! Ci sono una serie di fattori, elencati e discussi qui sotto, da tenere in considerazione prima dell’acquisto. Anche i forum, le discussioni e le recensioni sui lavabili che si trovano on-line sono indiscutibilmente utili per capire quali pannolini acquistare. Ricordatevi però che se un pannolino funziona con una mamma, non è detto che faccia altrettanto con voi, perchè i bambini sono diversi come lo sono le nostre circostanze e preferenze.

Una volta compreso quali sono le tipologie più adeguate alle vostre esigenze, acquistatene solo 1 o 2 per tipo per provarli. Se ne acquistate di più per convenienza, lavatene solo uno perchè, nel caso in cui non vi piacessero, potrete restituire quelli in condizioni integre ed essere così rimborsati.

2. Quando iniziare coi lavabili

Vi consiglio di iniziare ad usare i lavabili solo quando vi sentite pronti.

Solitamente sono le mamme che hanno già esperienza coi lavabili ad utilizzarli sin dalla nascita, mentre altri genitori tendono ad aspettare qualche settimana.

Sarete comunque voi a capire quando è il momento giusto per cominciare, ma fino a quando il vostro bambino non sarà nato non lo potrete sapere!

Iniziare ad usare i lavabili quando ci si sente pronti aumenta le possibilità che la propria esperienza coi lavabili sia positiva sin dall’inizio. Usare i lavabili non è più difficile degli usa e getta, ma a volte è necessario un po' di tempo per prendere confidenza.

Con ciò non si vuole scoraggiare l’utilizzo dei pannolini lavabili sin dalle prime settimane se questo è ciò che volete. Se decidete di usarli il prima possibile Ecoalma è disponibile a offrire supporto e consigli per tutto il periodo in cui il vostro bambino usa i pannolini.

3. Numero dei figli

Figli di età diverse con il pannolino
Se avete figli di età diverse che usano contemporaneamente i pannolini, allora il pannolino a taglia unica (dalla nascita al vasino) è la scelta migliore per praticità e risparmio. Quando vengono usati gli stessi pannolini su due bambini è importante lavarli a 60 gradi per evitare il rischio che si trasmettano qualcosa a vicenda.

Figli successivi
Non c’e nessuna garanzia che i pannolini lavabili o le mutandine durino per più di un figlio. Tuttavia, se utilizzati e lavati con cura, alcuni marchi a taglia unica possono durare per almeno due o piu figli. L’elasticazione dei pannolini a taglia unica Mother-ease One Size, ad esempio, è la più durevole nel mercato e le mutandine Mother-ease sono quelle che, potenzialmente, durano più a lungo. Ma altre tipologie di pannolini, come gli AIOs e i pockets a taglia unica, hanno meno possibilità di durare per i figli successivi perchè la loro parte impermeabile deve essere lavata ad ogni cambio e dopo più di due anni di intenso utilizzo e lavaggio il tessuto potrebbe perdere la sua impermeabilità.

Se comunque avete intenzione di avere più di due figli, si consiglia di investire sui pannolini a taglie perchè subiscono meno usura e perciò possono tranquillamente durare per più figli.

Gemelli o multipli
Se avete intenzione di usare i lavabili sin dall’inizio sui gemelli, si consigliano i pannolini fitted di piccola taglia (Bamboozle Stretch T1) o pannolini pieghevoli come i Muslins, i Bamboo Terry Squares o i Prefolds che asciugano più velocemente dei pannolini sagomati e sono più economici. In ogni caso, l’arrivo di due gemelli è molto piu impegnativo di un solo figlio e potrebbe risultare più semplice utilizzare i lavabili quando i bambini avranno raggiunto gli 8kg circa. Per le quantità di pannolini da acquistare fare riferimento alla sezione Quanti pannolini servono.

Figli unici
Se non avete intenzione di avere altri bambini, potete fare la vostra scelta in base alla vostra situazione attuale senza dover tenere in considerazione futuri bambini.

4. Età peso e costituzione

Quando il bambino è ancora piccolo, o non è ancora nato, è difficile stimare quale sarà la sua costituzione e come sarà la sua crescita.
La costituzione dei genitori o ancor più quella dei fratelli maggiori, potrebbe dare qualche indicazione del possibile peso e costituzione. Nel caso in cui i genitori sono alti (sopra 170cm per la madre e 183cm per il padre) si presuppone che anche il bambino sarà alto. In questo caso, se si decide di acquistare dei pannolini a taglia unica, bisogna assicurarsi che le marche scelte vestano bene anche i bambini più alti, come i prodotti Blueberry .

Anche la curva di crescita dei bambini è imprevedibile: che vengano allattati al seno o con latte in polvere, alcuni bambini, maschi e femmine, aumentano di peso più velocemente di altri nei primi mesi.

Se il bambino nasce a termine sopra i 3kg e si vogliono acquistare pannolini a taglie piccole per evitare la voluminosità dei taglia unica, si consigliano quei modelli che vestono almeno fino agli 8kg (vedi ad esempio Bamboozle Stretch T1) per essere sicuri che vengano utilizzati il più a lungo possibile. Un bambino può di fatto pesare 8kg già a 4 mesi come a 10 mesi.
I modelli a taglie piccole che vestono fino ai 5.5-6kg non sono comunque da scartare a priori ma nel dubbio acquistatene poche unità.

Se invece il bambino nasce sopra i 4kg o si cominciano ad utilizzare i lavabili quando pesa sui 6kg, si possono acquistare direttamente i pannolini a taglia unica.
Se comunque cercate una soluzione economica che offra una migliore vestibilità dei pannolini taglia unica per i primi mesi o settimane, allora i pieghevoli sono la tipologia più indicata.
Attorno ai 9 mesi, i bambini iniziano ad essere più mobili, la loro curva di crescita rallenta drasticamente e cominciano a snellirsi. Anche se continuano a crescere di peso, a questo punto cominciano ad allungarsi piuttosto che allargarsi.

5. Quando è qualcun altro a cambiare il bambino

Compagno
Se il vostro compagno supporta l’idea dei pannolini lavabili, coinvolgetelo nella scelta perchè sarà anche lui a cambiare il bambino. Con un po' di coraggio e pratica anche un papà può riuscire a piegare e far indossare un pieghevole, ma se ciò non fosse il vostro caso si possono acquistare alcuni pannolini facilissimi da indossare, come i pockets e gli AIOs.

Babysitter o nonne
Lo stesso vale nel caso in cui il vostro bambino venga cambiato regolarmente dalla babysitter o dalle nonne: generalmente si consigliano pannolini facili da usare come gli AIOs e i pockets con chiusura con velcro, ma altre tipologie (AI2, fitted) non sono da escludere se queste persone sono disposte ad utilizzarle.

Nido
Se l’asilo nido di vostro figlio accetta i pannolini lavabili, si consigliano quelle tipologie semplici da usare ma allo stesso tempo affidabili ed assorbenti: a svezzamento avviato, i pockets possono essere la scelta migliore perchè sono molto semplici da usare e l’assorbenza può essere aumentata secondo le necessità. Informatevi su ogni quante ore i bambini vengono cambiati o, se possibile, richiedete che il bambino venga cambiato ogni quanto pensiate sia necessario. Spesso le educatrici non hanno nessuna conoscenza dei lavabili e sarebbe meglio far loro una dimostrazione su come sono fatti e come si indossano. La tipologia o modello del pannolino dovrebbe essere sempre lo stesso per evitare confusione.

Se la struttura dell’asilo è piccola e preferite, o avete già, altre tipologie di pannolini come i sagomati, provate a chiedere all’educatrice se è disposta a provare ad usarli senza che voi dobbiate acquistare altre tipologie.

6. Bambini allattati al seno

Le feci dei bambini allattati esclusivamente al seno tendono ad essere molto liquide e spesso ‘esplosive’. I pannolini lavabili di ultima generazione contengono le feci dei neonati molto meglio degli usa e getta, ma il sistema a “due pezzi” (pannolino e mutandina separata) è particolarmente buono per il contenimento perchè offre due barriere contro la fuoriuscita di pipì e feci liquide. Una volta iniziato lo svezzamento questo problema si risolverà.

7. Bambini con pelli delicate

I tessuti generalmente consigliati a bambini con pelli particolarmente sensibili e delicate sono quelli di cotone biologico perchè privo di sostanze chimiche irritanti. Nel caso in cui si opti per il sistema a 'due pezzi', si consiglia di provare le mutandine copripannolino in lana merino.

Nei bambini che hanno la pelle particolarmente sensibile o che sudano molto, la fascia del velcro sopra la pancia potrebbe provocare dei fastidi, specialmente durante la notte. Questo è infatti il periodo in cui il pannolino viene indossato più a lungo e in cui sono più probabili le irritazioni da velcro. Per questi bambini si consiglia di avere la chiusura con velcro sul pannolino o sulla mutandina, ma non su entrambi. Le probabilità che questo sia il vostro caso aumentano se in famiglia avete dei problemi di pelle. La presenza di un po’ di eczema non dovrebbe comunque precludere i pannolini e le mutandine con chiusura con velcro. In queste circostanze si deve solo prestare più attenzione e controllare la pancia del vostro bambino. È più comune invece che siano le cuciture di certe mutandine a causare dei problemi. Alcuni bambini sono infatti sensibili alle cuciture di nylon. Ad ogni modo, dei leggeri segni rossi non devono essere motivo di preoccupazione, a meno che il bambino non manifesti fastidio.

8. Costo – budget limitato

È indubbiamente molto più economico acquistare dei pannolini lavabili rispetto a dei pannolini usa e getta. Purtroppo però il problema dei lavabili è la spesa iniziale.

Esistono dei pannolini lavabili molto economici in commercio, ma se ci si focalizza solo sul costo ignorando altre esigenze importanti si può rischiare di fare un errore molto oneroso se alla fine non vengono utilizzati.

Ridurre il costo iniziale e riuscire ad acquistare i pannolini preferiti è tuttavia possibile: prima di tutto bisogna informarsi se il proprio Comune di residenza offre degli incentivi alle famiglie per l’acquisto dei pannolini lavabili. Se ciò non fosse il vostro caso, si potrebbe, in alternativa:

  • mettere da parte una somma di denaro settimanalmente durante la gravidanza,
  • comprare i pannolini in piccole quantità da usare part-time fino a quando non verrà acquistato tutto il set necessario,
  • includere i pannolini lavabili nella lista nascita, facendosi regalare ad esempio un Buono Regalo Ecoalma da spendere nel negozio.

I pannolini più economici sono i pieghevoli Prefolds e Muslins.

9. Asciugatura veloce

Se il fattore asciugatura è un possibile freno all’acquisto dei lavabili perchè, ad esempio, non si hanno spazi adeguati dove stenderli, sia dentro che fuori, o la casa è particolarmente umida e non avete un’asciugatrice, i pannolini sintetici pockets, gli AI2, i pieghevoli (muslins e terry squares) e le mutandine di PUL sono da preferire perchè impiegano meno tempo ad asciugare rispetto ai pannolini sagomati (fitted) di cotone o bambù e di alcuni modelli AIOs.

Si consiglia sempre di avere delle tipologie di pannolini che asciugano velocemente ma allo stesso tempo di non rinunciare a qualche modello che vi piace particolarmente anche se ha lunghi tempi di asciugatura.

10. Contenimento – niente perdite

Molte persono concordano sul fatto che il sistema di pannolini lavabili a “due pezzi” (pannolino e mutandina) sia il migliore in termini di contenimento perchè offre due barriere, pannolino e mutandina, alla fuoriuscita di feci liquide e pipi, al contrario dei pannolini ad ‘un pezzo’ come gli AIOs e i pockets che ne hanno solo una. Molte persone si trovano comunque bene anche con i pannolini pockets, ma altre trovano che devono essere cambiati piu spesso.

11. Facilità d’uso

Simili agli usa e getta, i pannolini AIO (tutto-in-uno) e i pannolini Pocket sono i più facili e veloci da indossare.

I pannolini lavabili AIO sono i più facili in assoluto sia da indossare che da gestire. Non sono necessarie mutandine né inserti perche tutto è cucito insieme. Le ultime versioni in commercio di pannolini AIO asciugano anche più velocemente delle precedenti grazie all’inserto estraibile.

Con i pannolini pocket, che hanno la parte esterna impermeabile cucita ad uno strato solitamente di pile o suede, basta aggiungere gli inserti all’interno della tasca. Una volta regolata l’assorbenza, il pannolino pocket si utilizza come un AIO ed è molto facile da indossare. Dopo l’utilizzo, bisogna rimuovere gli inserti dalla tasca.

12. Pannolini a basso impatto ambientale

Se siete sensibili alla questione ambientale, si consigliano i pannolini lavabili di cotone biologico la cui coltivazione avviene senza l’uso di pesticidi e agenti chimici.

La coltivazione della pianta di bambù è piu sostenibile di quella del cotone biologico perchè, oltre a non richiedere alcun intervento parassitario o di concimazione, non necessita di irrigazioni come quella del cotone e cresce molto più velocemente. Purtroppo la lavorazione del bambù – da cui si ottiene la viscosa utilizzata nei lavabili – è di tipo chimico e può in certi casi essere poco ecologica e sostenibile.

Durante questo tipo di lavorazione vengono utilizzati dei solventi chimici come la soda caustica. Questi non rimangono come residui nel tessuto finale e, SE usati e smaltiti appropriatamente non pongono rischi alla salute dei lavoratori e all’ambiente. Ma, come descritto nella pagina Tipologie di pannolini nella sezione tessuti vegetali, quando tali tessuti provengono da paesi in via di sviluppo non è sempre possibile sapere se siano stati prodotti in stabilimenti che abbiano rispettato le norme che tutelano l’ambiente e la salute dei lavoratori.

I tessuti di bambù utilizzati negli articoli Mother-ease, ad esempio, provengono da coltivazioni biologiche di bambù e vengono prodotti in uno stabilimento che rispetta rigidi standard ambientali e per la salute dei lavoratori.

Nel dubbio, preferire i pannolini/tessuti certificati Oeko-Tex, Demeter, Soil Association, GOTS, eccetera. La certificazione standard Oeko-Tex 100, presente in alcune marche di pannolini, garantisce che i tessuti non hanno sostanze dannose per la salute.

Anche i tessuti non sbiancati possono essere una opzione ecologica da tenere in considerazione se i pannolini in tessuto biologico non sono facilmente reperibili.

13. Tessuti naturali a contatto con la pelle

Per chi non ama il sintetico a contatto con la pelle del bambino, in commercio si trovano diversi modelli di pannolini con tessuti naturali, come il cotone e la canapa. La viscosa di bambù non è un tessuto naturale ma è derivato da una lavorazione di tipo chimico.

14. Estetica e vestibilità

Estetica e vestibilità possono essere priorità importanti e si consiglia di ordinare dei pannolini di prova per vedere dal vivo quali piacciono di più. I pannolini che offrono la migliore vestibilità sono indubbiamente quelli a taglie diverse, ma anche gli AIOs e i pockets a taglia unica dopo i 6 kg.