Come si usano i pannolini lavabili

Usare i pannolini lavabili è semplice e sicuramente non più difficile degli usa e getta. In questa sezione troverete quindi informazioni e consigli su come indossare i pannolini, l'igiene e la frequenza del cambio, cosa fare quando il bambino non sta fermo durante il cambio, e come prevenire le perdite dai pannolini.

Come si indossano i pannolini lavabili: il prima e il dopo
  • Quando i pannolini sono nuovi devono essere lavati da una a tre volte (1 per quelli sintetici e 3 per quelli in bambù o cotone biologico) per eliminare i residui di fabbricazione ed aumentare l’assorbenza.
  • Una volta asciutte, alcune tipologie di pannolini vanno preparate prima di essere riposte nel cassetto o sotto il fasciatoio: nei pockets vanno inseriti gli inserti assorbenti, nei fitted va abbottonato l’inserto removibile se necessario, e i muslins o terry squares vanno piegati nella piega preferita. I pannolini a taglia unica vanno regolati nella taglia del bambino solitamente tramite i bottoncini posti nella parte anteriore del pannolino.
  • Prima di indossare il pannolino si posiziona un velo di pile o di cellulosa biodegradabile – oppure niente – che faciliterà la rimozione delle feci.
  • Il pannolino si indossa proprio come un usa e getta: si sollevano le gambine e il sederino del bambino, si posiziona il pannolino, si porta in avanti la parte anteriore e si chiudono le patelle con i bottoncini, il velcro o il gancetto Nappi Nippa.
  • Se il pannolino necessita anche di una mutandina impermeabile (nel caso di pannolini fitted e dei pieghevoli Muslins, Terry Squares e Prefolds) si sollevano le gambe e il sedere del bambino già avvolto dal pannolino e si posiziona la mutandina, facendo attenzione che il retro sia dietro. Si indossa e si chiude con velcro o bottoncini. Non è necessario chiudere la mutandina troppo stretta perchè il sistema “due pezzi offre già doppia barriera e un ottimo contenimento contro le fuoriuscite. Bisogna fare solo attenzione che tutto il pannolino sia all’interno della mutandina impermeabile, sia nel girovita che nel girocoscia.
  • Se si usano i pannolini pocket, bisogna fare attenzione che non spuntino fuori gli inserti dal retro.
  • Infine, si deve controllare che il pannolino non sia troppo lasco nel girocoscia altrimenti si rischiano delle perdite. Se è troppo lasco controllate che la taglia del pannolino o della mutandina sia quella giusta.
  • Se invece notate dei segni rossi nel girocoscia o attorno alla vita dopo il cambio, allora il pannolino è stato chiuso troppo stretto o è troppo piccolo.

Quando arriva il momento del cambio:

  • Se il pannolino è solo bagnato va riposto direttamente nel bidone o nella sacca per i pannolini sporchi. I veli biodegradabili, se utilizzati, possono essere messi nel bidone dei pannolini per essere lavati in lavatrice ed essere riutilizzati più volte, ma bisogna assicurarsi che siano quelli di cellulosa che resistono ai lavaggi. In caso contrario, si tolgono dal pannolino e si gettano nel WC o si mettono nel compost.
  • Se il pannolino è sporco di feci liquide, pre-svezzamento, il velo biodegradabile va gettato nel WC. Questo velo assorbe parte delle feci, che comunque scendono nello strato del pannolino macchiandolo. In questo caso il pannolino va sciacquato sotto l’acqua utilizzando una spazzolina se necessario. Il pannolino non va lavato completamente a mano, ma è sufficiente sciacquare il grosso. Il resto lo farà la lavatrice. Dopo averlo strizzato va riposto nel bidone o nella sacca.
    Se si usano i veli di pile, questi vanno sciacquati sotto l’acqua e riposti nel bidone.
  • Se il pannolino è sporco di feci solide, post-svezzamento, si procede come sopra ma il pannolino, anche con un velo biodegradabile, tende a macchiarsi molto meno. Potete sciacquarlo sotto l’acqua se si pensa di lavarlo in lavatrice nei giorni successivi, ma se la lavatrice viene fatta il giorno stesso questa operazione non è necessaria.
L’igiene del bambino con i lavabili
  • Durante il cambio, si possono rimuovere i residui solidi dalla pelle del bambino utilizzando il velo biodegradabile o quello di pile già in uso, oppure usando la parte anteriore del pannolino non sporca.
  • È importante sciacquare bene la pelle del bambino ad ogni cambio. Non limitatevi alla zona dei genitali, pulite tutta l’area in cui la pelle è a contatto con il pannolino.
  • Le salviette usa e getta andrebbero utilizzate solo quando non si ha accesso all’acqua. Le salviette lavabili sono un’alternativa più salutare ed economica: basta umidificarle con acqua o con una soluzione emolliente preparata precedentemente.
  • Dopo essere stata pulita e sciacquata, la pelle del bambino va asciugata completamente.
  • Le creme vanno messe solamente quando necessario, ossia quando la pelle è arrossata. Se si utilizza la pasta di Fissan o altri tipi di creme all’ossido di zinco, si dovrebbero usare i veli di pile o biodegradabili, perchè questo tipo di crema cera il tessuto del pannolino inibendone l’assorbenza. Si consiglia tuttavia di utilizzare altre creme come la Weleda alla Calendula.
Frequenza del cambio

Durante il giorno il pannolino va cambiato ogni 2 ½ - 5 ore. La frequenza varia però in base all’assorbenza del pannolino, all’età del bambino e a quanta pipì fa e va comunque sempre cambiato immediatamente dopo la cacca. Se possibile si consiglia di cambiare il pannolino ogni 2 ½ ore nei primissimi tempi e successivamente ogni 3 ore.

Per la notte basta aumentare l’assorbenza del pannolino aggiungendo ulteriori inserti. In questo modo il bambino può tenere indossato il pannolino per 12 o più ore.

In caso di irritazioni da pannolino, il bambino va cambiato molto frequentemente.

Se il bambino non sta fermo durante il cambio

Prima o poi arriva il momento in cui il bambino non ne vuole sapere di starsene disteso e fermo durante il cambio. Molte mamme concordano sul fatto che in queste situazioni tornano molto utili dei giochi o degli oggetti particolari, tra cui telecomandi e telefoni cellulari, offerti a rotazione.

Prima del cambio bisogna anche organizzarsi e preparare tutto: gli inserti devono essere già stati inseriti nei pannolini pocket; la velina, se utilizzata, va posizionata sul pannolino, ecc.

I pannolini ad un pezzo unico come i pockets o gli AIOs sono i più veloci da far indossare, soprattutto se hanno la chiusura con velcro.

Il sistema a due pezzi sembra svantaggioso in queste situazioni perchè ha due parti da fare indossare. È tuttavia fattibile, basta essere più veloci! Le mutandine impermeabili possono essere infilate da in piedi come una mutandina normale: se usate le Mother-ease Air-flow basta chiudere i due bottoncini nel girocoscia, un bottoncino nel giro vita, infilare un piede, l’altro, tirarla su, chiudere l’ultimo bottoncino nel girovita e controllare che il pannolino sia completamente all’interno della mutanda.

Prevenire le perdite dal pannolino

Assicuratevi di aver lavato più volte i pannolini nuovi di cotone biologico, canapa e bambù perchè la loro assorbenza aumenta con i lavaggi.

Una volta indossato il pannolino, controllate sempre che il girocoscia del pannolino aderisca alla gamba e che non ci siano spazi da cui possano fuoriuscire pipì o pupù.

Fate attenzione alla pasta all'ossido di zinco perchè cera il tessuto e fa perdere l'assorbenza al tessuto. Utilizzate i veli di pile o di cellulosa per proteggere il pannolino, oppure utilizzate delle creme per il cambio che non cerano.

Non usate l’ammorbidente perchè può creare una patina sul tessuto inibendo l’assorbenza del pannolino.

Non usate troppo detersivo o detersivo che contiene enzimi per evitare che si accumuli sul tessuto rendendolo meno assorbente. Se pensate di averne utilizzato troppo, fate due lavaggi senza detersivo per eliminare i residui in eccesso. Se notate ancora della schiuma fate un ulteriore risciacquo.

Se il pannolino è inzuppato di pipì si possono avere delle perdite dal girocoscia. In questi casi cambiate più spesso il pannolino o aumentate l’assorbenza con ulteriori inserti. Dovrete sperimentare con il numero e i tipi di inserti (cotone, canapa, bambù o microfibra) – specialmente per la notte. Se cambiati regolarmente, non è necessario aggiungere inserti ai pannolini dei neonati.

Nei pannolini ‘due pezzi’ (pieghevoli o fitted con una mutandina esterna) assicuratevi che la parte assorbente del pannolino sia completamente all’interno della mutandina, sia nel girovita che nel girocoscia. La mutandina esterna non deve essere troppo grande né troppo piccola e cambiate taglia se necessario.

Nei pannolini pockets evitate di ‘farcire’ troppo la tasca. In caso, considerate degli inserti più sottili e più assorbenti, come quelli di canapa, microfibra o bambù. Fate anche attenzione che gli inserti siano stesi piatti nel pannolino.

Nei pannolini AIOs aumentate l’assorbenza se necessario.